Salita al rifugio Sesvenna

Da Slingia si segue la stradina per pedoni ben tracciata dal gatto delle nevi che nel mezzo della valle in leggera salita porta a un rado boschetto. Segue un ampio tratto pianeggiante con le famose piste da sci fondo di Slingia.
Passata la piana, il percorso riprende a salire dolcemente e giungiamo alla Malga Planbell (ristoro). Fin qui da Slingia ci mettiamo una mezz’ora). Proseguiamo sempre in direzione NO e dopo una decina di minuti giungiamo alla stazione a valle della teleferica.
Tenendoci in mezzo alla valle che ora si fa più stretta, ci incamminiamo verso la “Croda Nera”, una barriera di rocce che sbarra la valle. Poco prima della barriera saliamo abbastanza ripidamente sulla destra tenendoci su un lieve dosso.
Verso sinistra giungiamo a una evidente roccia dopo la quale un ripido ma breve pendio (ca. 25m) ci porta sopra la barriera della Corda Nera. In questo tratto delicato normalmente sono presenti delle corde per facilitare la salita. In estate la stradina segue il bordo della parete, mentre invece in inverno, per motivi di sicurezza, ci teniamo subito sulla destra seguendo i pali e le corde di sicurezza. Poi verso sinistra giungiamo ad uno steccato, dove il tracciato si fa pianeggiante e da dove intravediamo già il rifugio ormai poco distante.

Orari di apertura

10 febbraio - 22 aprile 2019
09 giugno - 20 ottobre 2019

Informazioni legali | Privacy |

02994770218

Alto Adige Alta Val Venosta AVS Alpenvereinshütten Vinschgau